L'orecchio di Beethoven

L'orecchio di Beethoven

spettacolo culturale ideato e interpretato da
Massimiliano Finazzer Flory

 

musiche di Ludwig van Beethoven

con la partecipazione straordinaria al pianoforte di
Jeffrey Swann
, direttore artistico del Festival Dino Ciani

 

domenica 10 agosto 2008, ore 21
Cortina d'Ampezzo, Centro Congressi Alexander Hall

 


La vita assomiglia al vibrare delle note
e l'uomo a uno strumento a corde.

Ludwig van Beethoven

 

Questo spettacolo è una intensa performance che mette in scena – nel dialogo tra parole e musica – la biografia del grande compositore tedesco, recitando la vita, i successi e le disperazioni di un uomo che inventò una certa idea d’Europa.

 

Massimiliano Finazzer Flory – regista e interprete – presenta così lo spettacolo in cui si racconta di come Beethoven riuscisse ad ascoltare la musica e non soltanto essa, nonostante la sordità: «Con L’orecchio di Beethoven vorrei evocare l’attualità della sua arte. Problematizzare il significato autentico di ascolto in una società come la nostra fatta di interruzioni e chiacchiere.
Con parole come libertà, destino, gioia, fratellanza, pace...». Parole che Beethoven ascoltava e componeva con il cuore e con la mente.

 

Uno spettacolo in cui si intrecciano l’interpretazione di Finazzer Flory e quella di Jeffrey Swann, pianista americano di fama internazionale e direttore artistico del Festival Dino Ciani, che eseguirà per l’occasione: Sonata in la magg. op. 2 n. 2, Largo appassionato; Sonata in do magg. op. 53 n. 21 ("Waldstein"), Allegro con brio; Sonata in re min. op. 31 (“La tempesta") Largo-Allegro; Sonata in la bem. magg. op. 110, Adagio, Arioso dolente, Finale.

Un duo inedito, un evento quasi irripetibile, dedicato a tutti coloro che credono alla cultura come progetto di speranza, salvezza e, forse, di felicità.

Ingresso libero.
L'evento è realizzato in collaborazione con:
Comune di Cortina d'Ampezzo - GIS - Cortina Turismo - Accademia e Festival Dino Ciani

Pagina 3 di 3