Com'è bella la città


Come è bella la città?
Le strade dell'uomo

tavola rotonda promossa da
Infrastrutture Lombarde S.p.A.

Introduce Giovanni Bozzetti
Presidente Infrastrutture Lombarde S.p.A.

 

Modera Massimiliano Finazzer Flory

 

11 ottobre 07, ore 18.30
Milano, Ottagono
Galleria Vittorio Emanuele II


 

«La città non va solo rappresentata, politicamente ed economicamente, ma va anche interpretata culturalmente e socialmente. Ad esempio movendo da alcune domande: quale politica per la bellezza della città? E quale cultura per la politica che abbia questo obiettivo?» anticipa così il saggista Massimiliano Finazzer Flory la chiave di lettura di questo importante tavolo interdisciplinare sul futuro del territorio che si terrà il prossimo giovedì 11 ottobre in Ottagono.

 

«Entro il 2015 saranno più di 30 le città nel mondo ad avere oltre 20 milioni di abitanti. In altri termini, la Terra sta diventando un mondo di grandi città. Come si colloca Milano in questa trasformazione epocale?», suggerisce ancora Finazzer Flory anche in riferimento alla candidatura di Milano all’Expo.

 

La tavola rotonda – promossa da Infrastrutture Lombarde – verrà introdotta dal Presidente Giovanni Bozzetti e porrà a confronto teorie ed esperienze di campi di sapere tra loro diversi attraverso gli interventi di: Aldo Bonomi, Antonella Boralevi, mons. Luigi Manganini, Gianni Ravelli, Carlo Sini.

“Bellezza e centralità dell’uomo sono i principi che guidano l’attività di Infrastrutture Lombarde, in ogni suo settore di intervento” - afferma Giovanni Bozzetti - “Bellezza significa per noi restituire alla città e alla nostra società un’identità propria, leggendo la storia del passato e progettando il futuro attraverso la realizzazione di nuove opere ed il restauro del patrimonio esistente. Centralità dell’uomo vuol dire per noi dar vita a progetti che nascono dalla società e dal territorio e che con la società e il territorio vengono condivisi, in un’ottica di totale apertura e trasparenza nei confronti dei cittadini.
Un impegno, quello di Infrastrutture Lombarde, che si realizza ogni giorno grazie all’efficienza e alla competenza che la contraddistinguono e che le consentono di tradurre in fatti concreti la volontà e la programmazione politica della Regione Lombardia.”