Economia a fuoco

Economia a fuoco

un evento promosso da EGEA
a cura di Massimiliano Finazzer Flory
in occasione del Forum Internazionale Economia e Società aperta

13 maggio 2008, ore 18.30

Milano, Unicredit, Aula magna
via Tommaso Grossi 10

 

 

In occasione del Forum Internazionale “Economia e Società aperta”, promosso da Bocconi e Corriere della Sera, EGEA, la casa editrice dell’Università Bocconi, organizza un incontro con la città per festeggiare i vent’anni dalla sua fondazione:
Economia a fuoco

un evento multimediale, curato da Massimiliano Finazzer Flory, per raccontare e rappresentare 20 anni di trasformazioni economiche attraverso linguaggi artistici e culturali quali il teatro, il cinema, l’arte contemporanea e l’editoria.

L’incontro sarà, infatti, ispirato da libri che hanno messo in luce la relazione tra economia e cultura, attraversata, non di rado, da reciproche anticipazioni: talvolta è stata l’economia a vedere oltre le tendenze e a capire i cambiamenti anche del mondo della cultura, altre volte sono stati valori ed emozioni culturali a modificare i comportamenti sociali e le regole economiche.

Massimiliano Finazzer Flory traccerà dunque un ideale percorso storico e simbolico, tra fatti, pensieri, suggestioni e immagini, in un dialogo che vede la partecipazione di:
Pietro Corsi (Università di Oxford),
Francesco Daveri (Università di Parma),
Vittorio Emanuele Parsi (Università Cattolica di Milano),
Severino Salvemini (Università Bocconi)

per comprendere le molteplici ricadute, non soltanto in campo economico, ma anche politico, sociale, culturale di importanti vicende collettive e individuali: dalla caduta del muro di Berlino all’affermazione del World Wide Web nella vita di ognuno di noi.

Il dibattito sarà arricchito da letture teatrali con Patrizia Zappa Mulas tratte da: Il Mercante di Venezia di William Shakespeare; Cecità di José Saramago; Tradimenti di Harold Pinter.
Inoltre saranno proiettate sequenze da film emblematici quali: Il cielo sopra Berlino di Wim Wenders (1987), Wall Street di Oliver Stone (1987) ed immagini d’arte contemporanea di S. Neshat, M. Cattelan, C. Boltanski.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti