Non solo luce

Non solo luce

 

a cura di
Massimiliano Finazzer Flory

Skira editore

 

 

Fotografie di Gianni Comunale

Non solo luce vuole dare voce, attraverso immagini fotografiche e parole pensate, al nostro silenzio, per colmare un’assenza: la parziale in-consapevolezza del ruolo culturale che la luce incarna quale relazione prodotta nella vita urbana, in città.

Ma quale città? La Ville Lumière settecentesca o la Sensual City del terzo millennio?
Né l’una, né l’altra: entrambe. Siamo fuoriusciti dalla contrapposizione radicale fra tradizione e modernità. Una città nuova si sta affermando al posto di quella precedente, il cui spirito sembra coniugare gli opposti, dare forma e figure tanto alle suggestioni quanto alle inquietudini del vivere insieme in ambito metropolitano. La città con la luce, adesso, vuole o vorrebbe rappresentarsi. Con la luce, infatti, è possibile, a partire da un’interazione tra architettura e urbanistica, inventare e ricordare racconti e storie della città e, con essa, offrire all’immaginario collettivo un testo urbano che costruisca un’immagine, un’identità aperta, forse un’appartenenza.

Con interventi di:
Guido Martinotti, Gianfranco Ravasi, Luca Ronconi, Stefano Zecchi