“Cirino e Marilda non si può fare”

Anna Marchesini è un’attrice italiana conosciuta al grande pubblico per via dei suoi trascorsi televisivi, molto attiva invece al giorno d’oggi come scrittrice e autrice teatrale, nonché come interprete delle pieces da lei stessa scritte. Il suo ultimo lavoro si intitola “Cirino e Marilda non si può fare”, storia tratta dall’ultimo libro scritto dalla Marchesini e pubblicato dalla Rizzoli, “Moscerine (la scrittura è felicità)”.

Leggi tutto...

La scuola e il teatro a San Marino

Il teatro è una forma di spettacolo che storicamente ha una marcia in più rispetto ad una qualunque altra forma di intrattenimento. Il teatro nasce con una forte vocazione sociale e civile, e per questo la sua frequentazione dovrebbe essere caldamente consigliata ai ragazzi e ai bambini. L’attività teatrale, vista dall’esterno ma anche sperimentata in prima persona, fornisce infatti ai ragazzi nuovi strumenti per comprendere il reale, per leggerlo in senso critico, e per formarsi in modo autonomo una propria consapevolezza ed una propria personalità.

Leggi tutto...

Teatro e musica rock: Jimi Hendrix (monologue electrique)

La musica rock, fin dai suoi esordi, si è dimostrata una musica popolare, che ha usato per imporsi presso il grande pubblico ogni mezzo consentito nell’ambito dello spettacolo. Molto spesso, infatti, gli artisti si esibiscono sul palco anche recitando, urlando, ballando, ovvero usando il proprio corpo in modo totale.

Leggi tutto...

Il Teatro Greco di Siracusa e i suoi guai

Il Teatro Greco di Siracusa è uno dei teatri più antichi del mondo e uno dei pochissimi che ha ancora il pregio di potersi considerare “vivo”: infatti sul suo vetusto palcoscenico ogni estate tornano a risuonare le voci degli dei e degli eroi raccontati dai tragediografi e drammaturghi grechi, e molte altre iniziative trovano qui il loro scenario ideale.

Leggi tutto...

“The Hateful Eight” verrà adattato per il teatro?

Nel mondo della cinematografia il regista Quentin Tarantino si è sempre fatto conoscere per il suo eclettismo e soprattutto per la sua stravaganza. I film da lui diretti, che si sono sempre rivelati dei grandi successi, sono ricchi di citazioni e omaggi alla storia del cinema stesso, e sono diventati in qualche modo un genere a loro stante tanto da sfuggire a qualsiasi tipo di classificazione possibile.

Leggi tutto...

Pagina 6 di 17