I Promessi Sposi – Opera Moderna al Gran Teatro di Roma tra il 13 e il 24 gennaio 2016

Tra il 13 ed il 24 gennaio 2016 arriverà infine anche a Roma, sul palcoscenico del Gran Teatro di piazza Sandro Ciotti, uno dei musical di maggior successo degli ultimi anni. Si tratta de “I Promessi Sposi – Opera Moderna” che, come fa facilmente intuire il titolo, ripercorre le ben note vicende dell’omonimo romanzo manzoniano, seppure in chiave moderna e musicata.

Quella che andrà sulle scene è la terza edizione dello spettacolo, che arriva nella capitale dopo un trionfale tour che ha toccato diverse città italiane, tra cui Milano, Padova, Reggio Calabria, Bari e Palermo. La prima assoluta de “I Promessi Sposi – Opera Moderna” si tenne il 29 aprile 2010, quando però non fu rappresentata per intero. L’esibizione si svolse in una cornice d’eccezione, all’interno del Duomo di Milano, dove vennero cantate alcune delle parti principali alla presenza del Cardinale Dionigi Tettamanzi. La prima vera e propria dell’opera invece ebbe come location lo stadio di San Siro, e si svolse il 19 giugno di quello stesso anno. Fin da subito l’opera è stata acclamata come un capolavoro dei tempi moderni, per la sua capacità di unire le suggestioni che derivano dallo scritto di Alessandro Manzoni a quelle della musica. La regia è da sempre affidata a Michele Guardì, che si è occupato anche del soggetto e della sceneggiatura: il libretto è stato redatto da lui personalmente. Le musiche invece sono state composte da Pippo Flora in collaborazione con Sergio Cammariere. “I Promessi Sposi” venne insignito del premio Efebo d’Oro, riconoscimento che viene consegnato annualmente a film o altri spettacoli che traggono ispirazione da testi letterari. Il testo letterario di cui si parla in questo caso specifico è uno dei più noti della letteratura italiana, poiché è uno dei romanzi che di solito vengono fatti studiare anche sui banchi di scuola. “I Promessi Sposi” fu pubblicato nella sua versione definitiva nel 1840 da Alessandro Manzoni (1785-1873). La storia è ambientata nel Seicento e si svolge per la maggior parte in un piccolo paesino che si trova lungo il lago di Como, e in seguito a Milano, dove si scatenò in quel periodo una terribile epidemia di peste. I due protagonisti sono Renzo Tramaglino e Lucia Mondella, due giovani che vogliono sposarsi ma le cui nozze sono impedite da un signorotto locale. Prima che i due possano infine coronare il loro desiderio di essere uniti in matrimonio dovranno attraversare numerose traversie, fino allo scioglimento finale. L’opera musicale riprende l’ossatura del racconto, eliminando, per ovvie ragioni, molte parti del libro, trasformandolo in una sontuosa opera incentrata sui grandi dilemmi dell’uomo. Particolarmente impressionante è l’impianto scenografico: infatti gli attori e cantanti si muovono su tre palcoscenici che ruotano e cambiano durante l’azione, il cui fronte misura ben quaranta metri. Tra le scenografie è inclusa anche una grandiosa riproduzione del Duomo di Milano. Gli interpreti dell’opera che andrà in scena a Roma sono Noemi Smorra (Lucia Mondella), Graziano Galatone (Lorenzo Tramaglino), Giò Di Tonno (don Rodrigo) e Vittorio Matteucci (l’Innominato). Le musiche verranno interpretata interamente dal vivo dall’orchestra Nova Amadeus, con un coro di 40 elementi e 40 ballerini che si muoveranno sul palcoscenico. “I Promessi Sposi – Opera Moderna” rappresenta un’occasione unica per poter rivivere le vicende della più celebre coppia di innamorati della nostra letteratura in una chiave completamente rinnovata, accattivante e di grande impatto.