Lo spettacolo fantasma di Montesano

Enrico Montesano è un apprezzato e stimato comico italiano, il quale, nonostante abbia lavorato poco in televisione negli ultimi anni, non ha mai smesso di calcare il palcoscenico dei più importanti teatri italiani con i suoi spettacoli. Purtroppo, recentemente è avvenuto un episodio davvero increscioso, che ha riguardato due importanti teatri siciliani, il teatro Franco Zappalà e il Teatro Metropolitan di Catania.

Nelle suddette sedi, infatti, era previsto si sarebbero tenuti due appuntamento dello spettacolo di Enrico Montesano “Possinammazza” nel mese di febbraio. Quegli spettacoli però vennero annullati poco prima della data prevista, perché fu data comunicazione alla direzione artistica di un infortunio occorso all’attore, che gli avrebbe quindi impedito di andare in scena. Cose che capitano, e nemmeno troppo di rado. La direzione teatrale ha dunque provveduto a dare tempestiva comunicazione a tutti coloro che avevano già acquistato il biglietto, posticipando lo spettacolo ad aprile, fissando due nuove date, e provvedendo a ristampare tutto il materiale pubblicitario, cartellonistica e depliant, con tali nuove date. Ma la storia, che fin qui tutto sommato non avrebbe niente di strano, ha avuto un epilogo ancora più increscioso: infatti, ancora una volta con pochissimo preavviso, anche le date di aprile sono state annullate, e questa volta in modo definitivo. Ai Teatri Zappalà e Metropolitan non è rimasto dunque altro da fare che restituire i soldi del biglietto a tutti gli spettatori delusi, ma la questione sicuramente avrà un seguito. Difatti, la direzione del Teatro Zappalà aveva già versato un cospicuo anticipo per assicurarsi lo spettacolo e, visto l’annullamento annunciato anche delle date di Palermo di “Possinammazza”, quello che si configura è il reato di truffa, perpetrato ai danni dello stesso Montesano. Questi però, sollecitato dalle direzioni teatrali ad esprimersi sull’accaduto, ad oggi non ha ancora reso nota la sua opinione, né la sua posizione in merito all’intera faccenda. Naturalmente il danno economico che lo Zappalà, il Metropolitan, e gli altri teatri truffati hanno dovuto subire, non è indifferente. Ma quello che appare assai più grave è il danno di immagine, perché non è stato possibile mantenere un impegno preso con il pubblico. Ovviamente, quindi, le direzioni teatrali intenteranno azioni legali, non solo per poter riavere il maltolto, ma per poter fare luce su una situazione sgradevole che si è venuta a creare e che rischia di compromettere una fama di serietà e coerenza che entrambe i teatri si sono guadagnati nel corso degli anni. Anche gli spettatori, hanno fatto sapere dalla direzione del Teatro Zappalà, non avranno solo un mero rimborso economico, perché ci si impegna ad inserire in cartellone, per il prossimo anno, uno spettacolo che possa considerarsi pari, per qualità e levatura artistica, a quello di cui, purtroppo, gli utenti del Teatro sono stati privati in maniera fraudolenta. Da ultimo, ci si auspica che comunque Montesano faccia sentire la sua voce in difesa dei Teatri, dato che è lui stesso un uomo di teatro, e sa bene quanto una buona reputazione presso il pubblico sia a volte più importante del cachet che si incassa per uno spettacolo.